· 

QIGONG e MEDITAZIONE per prendersi cura di sé

La parola meditazione deriva dal latino meditari, mederi “ curare”, dal greco μελετάω “curarsi di qualche cosa”.

Tutta la pratica del Qigong conduce verso il “ prendersi cura “ e verso una maggiore consapevolezza riguardo a ciò che siamo e allo scopo originario che ci ha condotto a prendere forma su questa Terra.

Prendersi cura di se stessi, per ricordare il nostro Mandato Celeste e renderlo visibile in questa vita è il nostro compito primario e il Qigong è senz’altro una via che offre grandi possibilità.

Semplicemente ponendo attenzione alla postura consigliata nella pratica, possiamo permettere al Qi di circolare liberamente nei canali, apportando importanti  e benefiche trasformazioni a tutto il nostro sistema psicofisico.

Sottolineo la parola semplicemente, poiché in essa si racchiude l’importanza di tutto ciò che verrà di seguito esposto.  

 “Semplice-mente” è sicuramente l’attitudine richiesta nel Qigong e per arrivare a ciò è necessario compiere passi graduali.

Il primo passo è  essere consapevoli della nostro corpo che racconta la propria storia attraverso la postura: in essa si racchiude il passato, le possibilità future e il presente in continua mutazione e trasformazione. 

Quando il presente è vissuto nella sua interezza, lo spazio-tempo perde i connotati che abitualmente gli attribuiamo e può agire sia sul nostro passato affinché possa essere accettato e trasformato, che sul nostro futuro aprendo così le porte alle infinite possibilità.

Il presente non è un momento fine a se stesso, ma è un tempo in cui l’azione compiuta si estende oltre il tempo stesso.

Quando i nostri piedi poggiano a terra saldi e consapevoli naturalmente entriamo in quel tempo presente.

Questo con-tatto permette di attirare l’energia della Terra e dei suoi elementi naturali unici nella loro qualità di riciclare e ricreare le energie. E’ grazie a ciò che Madre Terra può trasformare le nostre emozioni permettendoci  “facil-mente”  di coltivare buoni sentimenti per nutrire e mantenere in salute il nostro organismo. 

Le energie in eccedenza e le emozioni negative divengono così utile concime trasformandosi in sana energia vitale, ed è solo allora che possiamo sentire provenire dalla Madre Terra il suo dolce Amore Materno

I piedi sono sicuramente i migliori fili di collegamento con l’energia terrestre, sono i primi a radicarci nel presente, in quella forza che ci rende stabili, nutriti, accolti e amati.

Così, ”semplice-mente” grazie a questo contatto il flusso dei pensieri si arresta e la meditazione accade!

 

Buona pratica


Scrivi commento

Commenti: 0

Per partecipare ai gruppi di pratica QiGong

Associazione Culturale Kamala

C.F. 97900450582 
Laura Rubrianti TEL 393 1365713 

per contribuire alle varie attività proposte clicca sul tasto donazioni