· 

Meditare: scendere dalla "ruota del criceto"

Al giorno d'oggi tutti lamentiamo la mancanza di tempo e di spazio per noi stessi. Siamo letteralmente sommersi dalle "cose da fare", tutte importanti, tutte prioritarie e arriviamo alla sera stanchi con il desiderio di scendere dalla "ruota del criceto" che è chiuso in gabbia.

Possiamo scegliere di scendere dalla ruota e uscire dalla gabbia dove ci siamo chiusi o dove abbiamo permesso che ci chiudessero?

E' sempre possibile cambiare e possiamo scegliere di scendere dalla ruota, uscire dalla gabbia e muoverci con più spazio.

 

La chiave per scendere dalla "ruota del criceto" si chiama Meditazione.

Il termine molto abusato, che nell'immaginario richiama alla mente luoghi inaccessibili e individui immobili che salmodiano alcune litanie incuranti del vento e immuni alle intemperie, di fatto la meditazione oggi è uno strumento di libertà e consapevolezza alla portata di tutti.

I benefici che apporta studiati dalla scienza da più di un trentennio, sono riassumibili in:

  • maggiore lucidità rallentamento del flusso dei pensieri
  • regolarizzazione della produzione dei livelli di cortisolo e adrenalina, principali responsabili dello stress
  • miglioramento  di tutti i sistemi del nostro corpo dal circolatorio al muscolare, all'endocrino, grazie ad una respirazione lenta e consapevole 
  • modificazione delle onde cerebrali prodotte dall'attività elettrica del cervello in stato di veglia, con aumento dell'ampiezza delle onde che passano da Beta ad Alfa e Theta. Tale cambiamento potenzia gli scambi neuronali
  • miglioramento degli stati emotivi e delle relazioni. Si diventa più aperti, flessibili e ricettivi.

A questo punto è bene aggiungere i due ingredienti segreti indispensabili per poter praticare la meditazione: la VOLONTA' e la CAPACITA' di SCELTA.

Con i nostri pensieri e le nostre emozioni continuamente creiamo la nostra realtà e grazie ad un lavoro di ascolto, sensibilità e a un atto di VOLONTA', possiamo scegliere di avvicinarci alla meditazione e praticarla nel nostro quotidiano, in modo tale da sperimentare nel vissuto di ogni momento qualcosa di nuovo nel nostro corpo-mente-spirito.

Non c'è nulla di digitale o virtuale da provare, ma solo "fare" come diceva il grande Yoda.

La nostra Associazione organizza un sabato al mese incontri di meditazione per "fare... non provare"

 

Paola Papisca


Scrivi commento

Commenti: 0

Per partecipare ai gruppi di pratica QiGong

Associazione Culturale Kamala

C.F. 97900450582 
Laura Rubrianti TEL 393 1365713 

per contribuire alle varie attività proposte clicca sul tasto donazioni