· 

Quando la Natura insegna la contemplazione

“Tre cose soprattutto l'uomo moderno deve apprendere per divenire sano e completo: l'arte del riposo, l'arte della contemplazione, l'arte del riso e del sorriso".

 

Roberto Assaggioli

Se ti soffermi ad osservare mentre cammini calmo e quieto, puoi meravigliarti di come il Grande Libro Sapienziale sia alla tua portata.

Un libro semplice da leggere, non c'è bisogno che tu ricavi del tempo per la sua lettura, è gratis e può essere piacevolmente condiviso.

Ha un titolo semplice che tutti  possono ricordare. Accessibile anche ai più smemorati, agli analfabeti, a chi è senza denaro ed è scritto in tutti le lingue.

Eccone il titolo : Natura!

Natura, una parola che va molto di moda in questo ultimo periodo. Luminari della scienza e dello spirito  consigliano di camminare nei boschi perché fa bene, di meditare sulle rive di un lago poiché la mente si acquieta, insomma..  tutti consigliano di ritornare alla Natura quale fonte primaria di benessere.

È vero, immergersi negli elementi naturali è fondamentale per rigenerarsi, ma soprattutto è importante sapere che da essi puoi ricevere insegnamenti silenziosi, una conoscenza che arriva grazie ad ogni essere vivente che manifesta la presenza Divina desiderosa di dialogare con te.

Si...è così, vuole dialogare, raccontare e attraverso la sua narrazione fa si che tu possa ricordare la tua patria d'origine.

E così puoi osservare anche le anatre in contemplazione,  avvicinarti a loro con il respiro molto sottile e da loro imparare l'arte dell'osservazione profonda.

Hai notato?

Esse rimangono ferme davanti alla distesa di acqua che si trovano difronte, non un solo movimento, non un fremito.

Sembrano ascoltare le parole silenziose scritte in ogni presente. Comunicano profondamente con tutti gli elementi della Natura, dialogano con ogni sostanza ed entità per ricevere  informazioni riguardo al prossimo movimento da compiere.

Se sai osservare in profondità puoi anche tu imparare l'arte della contemplazione:  l'insistenza prolungata del tuo sguardo o del pensiero su un elemento naturale suscita nell'animo stupore, meraviglia, ammirazione e la bellezza naturalmente affiora.

Fermati per un attimo, in quell'istante dove nulla si muove: non un gesto, non un pensiero .

È in quell'unità che naturalmente accade tra Mente e Cuore, tra Natura e Uomo, che puoi avere l'intuizione della Presenza Divina in te.

Puoi scoprire che la contemplazione non è dissociata dall'azione, che la divisione tra vita attiva e vita contemplativa non esiste.

 

Quando ti trovi a camminare in un bosco o sulle rive di un lago, fermati a contemplare e ascolta le  parole silenziose scritte in ogni  presente : puoapprendere quale sia il tuo naturale modo di essere nel mondo e scoprire con semplicità lo scopo della tua esistenza.

 

Anche le anatre lo sanno, perché non dovresti saperlo anche tu? 

 

Rubrianti Laura


Scrivi commento

Commenti: 0

Per partecipare ai gruppi di pratica QiGong

Associazione Culturale Kamala

C.F. 97900450582 
Laura Rubrianti TEL 393 1365713 

per contribuire alle varie attività proposte clicca sul tasto donazioni